LA FIRENZE DI GIUSEPPE ZOCCHI

La città di Firenze ti dà il benvenuto! In questa visita ti guideremo all'interno della Firenze Settecentesca, immergendoci nelle incisioni di Giuseppe Zocchi, uno dei più significativi e raffinati incisori e disegnatori dell'epoca. Attraverso le sue opere Zocchi ci fornisce dettagli sui luoghi della città, sull'arredo urbano, sulle arti, i mestieri, le tradizioni e le feste di quel periodo. Mediante le diverse tavole descrittive della città sarà possibile vedere alcuni scorci della città ormai scomparsi e ricostruire momenti della vita quotidiana nella Firenze del '700.

Ti presentiamo, con immagini ad alta definizione, la raccolta di 24 tavole con le vedute delle principali contrade, piazze, chiese e palazzi della città in quell'epoca. La raccolta, commissionata dal principale mecenate di Zocchi, il marchese Andrea Gerini, era dedicata a Maria Teresa d'Austria, regina d'Ungheria e di Boemia, Arciduchessa d'Austria e Granduchessa di Toscana.

ITINERARIO

In questo percorso sarai guidato sapientemente attraverso diversi strumenti a tua disposizione. Utilizza la mappa per visualizzare il percorso e le antiche vedute della città nel '700 che incontrerai lungo di esso - cliccando sui singoli numeri si visualizzerà l'immagine della veduta e una sua breve descrizione.
Cliccando sull'icona gallery potrai vedere ad alta risoluzione tutte le vedute della città opera dello Zocchi. Clicca sull'immagine per visualizzare i dettagli relativi alle singole vedute e confronta la città attuale con quella settecentesca riprodotta nelle incisioni!


Visualizza La Memoria - La Firenze dello Zocchi in una mappa di dimensioni maggiori
APPROFONDIMENTI

Giuseppe Zocchi fu incisore e disegnatore italiano attivo soprattutto a Firenze. Nato in una famiglia di origini modeste, entrò nella bottega di Ranieri del Pace, dove iniziò a farsi una fama come decoratore di interni. Entrato sotto la protezione del marchese Andrea Gerini, poté viaggiare a Venezia, Milano, Bologna e Roma, dove imparò le nuove tendenze artistiche e sviluppò una certa curiosità verso il paesaggio e la società contemporanea. La sua opera più famosa è una serie di 25 vedute della città di Firenze e di 50 delle ville granducali e di luoghi nei dintorni di Firenze, commissionate da Andrea Gerini e pubblicate a partire dal 1744, che ebbero immediatamente un notevole successo e diffusione a livello europeo. Dal 1749 si occupò di disegnare anche i modelli per gli intarsi in pietre dure realizzati nell'Opificio con temi naturalistici, che ebbero un notevole successo e importanti committenze, come l'Imperatore asburgico e il Re di Prussia. La manifattura dei mobili intarsiati si protrasse fino al 1760. Morì a Firenze nel 1767.

Bibliografia

  • A. Tosi, Inventare la realtà : Giuseppe Zocchi e la Toscana del Settecento, 318 p. : ill., 29 cm, Ed. Banca Toscana, Firenze, 1997.
  • G. Zocchi, Firenze nell'incisione di G. Z. / 25 tavole, commento storico e artistico a cura di E. Pucci, 15 p., 25 carte di tav. : ill., 44x61 cm, Ed. Ponte Vecchio, Firenze, 1955.
  • G. Zocchi, Views of Florence : scelta di 24 vedute delle principali contrade, piazze, chiese e palazzi della Città di Firenze / engravings after drawings by Giuseppe Zocchi, 29 p. : 24 tav. in custodia, Ed. Reproduction, New York : Walker & Company, 1967.
  • G. Zocchi, Firenze granducale / di Giuseppe Zocchi, presentazione a cura di P. Bargellini, 1 cartella (4 c., 24 c. di tav.), 45 cm, Ed. Editalia, Roma, 1970.
  • G. Zocchi, E. D. Elaine, Views of Florence and Tuscany, 1711-1767 by Giuseppe Zocchi : Seventy-seven drawings from the collection of the Pierpont Morgan Library, New York, by Elaine Evans Dee, circulated by the International Exhibitions Foundation, 1971-1972 1 v. : ill., 22x26 cm, 2ed. Conn. : Meriden Gravure Co. and Stinehour Press, Meriden, 1971.
  • G. Zocchi, Vues de Florence et de Toscane; après Giuseppe Zocchi, catalogo a cura di R. M. Mason, aa. I. Mason, R. Michael, 224 p., 3 c. di tav. ripieg. : ill., 21x26 cm, Ed. Cabinet des estampes, Musèe d'art et d'histoire, Genëve, 1974.
  • G.Zocchi, Vedute di Firenze e della Toscana / Giuseppe Zocchi, a cura di R. M. Mason, 235 p. : ill., 22x27 cm., Ed. Libreria Editrice Fiorentina, Firenze, 1981.
  • G. Zocchi, Vedute delle ville e d'altri luoghi della Toscana nelle incisioni tratte dai disegni di Giuseppe Zocchi, introd. A cura di H. Acton, note illustrative a cura di A. Tagliolini, 35 p. : 51 tav., 38x55 cm, Ed. Il Polifilo, Milano, 1981.
  • G. Zocchi, Vedute di Firenze / Giuseppe Zocchi, [28] c. : in gran parte ill. , 36x50 cm, Ed. Libreria Editrice Fiorentina, Firenze, 1984.
  • G. Zocchi, Scelta di 24. vedute delle principali contrade, piazze, chiese e palazzi della città di Firenze dedicata alla sacra reale apostolica maestà di Maria Teresa regina d'Ungheria e di Boemia arciduchessa d'Austria e granduchessa di Toscana, [25] c. di tav. : inc., atl., Ed. appresso G. Allegrini stampatore in rame, Firenze.

LA FIRENZE DI GIUSEPPE ZOCCHI

All'interno della nuova sezione espositiva TRACCE DI FIRENZE del Museo di Palazzo Vecchio sono visibili le seguenti 8 tavole del nostro percorso opera di Giuseppe Zocchi:

  • Veduta del Reale Palazzo de' Pitti Abitazione de Regnanti Sovrani
  • Il Palazzo Strozzi ed il Centauro
  • La Chiesa di San Pier Maggiore
  • Gli Uffizi
  • Il Duomo e il Battistero con la processione del Corpus Domini
  • La Piazza di Santa Maria Novella con la corsa dei carri
  • La Piazza della Signoria con la festa degli Omaggi
  • La Piazza Santa Croce con il gioco del calcio
home credits comune di firenze link unesco centro storico